Bonus Acqua, agevolazione economica per famiglie in condizioni difficili

Dal 1 luglio 2018 è possibile richiedere il bonus sociale idrico o bonus acqua per la fornitura di acqua.
Si tratta di una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizione di disagio economico e sociale.
Consente di non pagare un quantitativo minimo di acqua a persona per anno. Tale quantitativo è stato fissato in 50 litri giorno a persona (18,25 mc di acqua all’anno), corrispondenti al soddisfacimento dei bisogni essenziali.

Dove si presenta la domanda?

La domanda per ottenere il bonus acqua va presentata, in forma di autocertificazione, presso i Servizi Sociali comunali il martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30, dove sono a disposizione gli appositi moduli.

Quali documenti servono per presentare la domanda?

Per presentare la domanda, oltre al modulo compilato con i propri dati anagrafici e i riferimenti che identificano la fornitura, servono:

  • un documento di identità;
  • un’eventuale delega;
  • un’attestazione ISEE in corso di validità;
  • un’attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale);
  • un’attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l’ISEE è superiore a 8.107,5 euro (ma entro i 20.000 euro).

Le informazioni per identificare la fornitura sono reperibili in bolletta e sono:

  • il codice fornitura;
  • il nominativo del gestore idrico (il soggetto che gestisce il servizio di acquedotto e che emette la fattura).

Scarica l’avviso in formato pdf

Per maggiori informazioni

SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI

2018-07-12T11:06:12+00:00 11 luglio 2018|SCADENZE E PROGETTI|

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione.
Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni