Servizio Gestione Entrate – Ufficio TASI
Corso Italia 45 – Piano terra
17014 Cairo Montenotte (SV)
Orario: dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 13.00

Telefono: +39 01950707274
Posta elettronica: areaentrate@comunecairo.it
[divider top=”0″ style=”solid”]

TASI ANNO 2018

Il tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) è la componente relativa ai servizi insieme alla Tassa sui Rifiuti (TARI) dell’Imposta Unica Comunale (IUC) come stabilito dal comma 639 della Legge 27 dicembre 2013 nr. 147.
La TASI concorre al finanziamento dei servizi indivisibili erogati dal Comune (spese illuminazione pubblica, manutenzione verde pubblico, manutenzione strade, quota parte pubblica sicurezza e vigilanza).
– Entro il 18 giugno 2018 deve essere versato l’acconto TASI per l’anno 2018, pari al 50% dell’importo dovuto, calcolato sulla base delle aliquote stabilite per l’anno precedente.
– La TASI è dovuta da chiunque possieda, a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie, o detenga a qualsiasi titolo fabbricati e aree edificabili, come definiti ai fini dell’imposta municipale propria (IMU), ad eccezione in dei terreni agricoli e delle unità immobiliari destinate ad abitazione principale dal possessore nonché dall’utilizzatore e dal suo nucleo famigliare, tranne quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 che rimangono soggette al pagamento del tributo.
In caso di pluralità di possessori o detentori essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.
– Nel caso in cui l’unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sulla stessa, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. In tale ipotesi l’occupante sarà tenuto al versamento della TASI nella misura del 30%, mentre la restante quota del 70% è corrisposta dal titolare del diritto reale sull’immobile. In caso di una pluralità di titolari di diritti reali sull’immobile o di detentori, sorgono due distinte obbligazioni tributarie, una in capo ai primi ed una in capo ai secondi, ciascuna al suo interno di natura solidale.
– Nel caso di detenzione temporanea degli immobili soggetti al tributo di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TASI è dovuta soltanto dal possessore dei locali a titolo di proprietà, uso, usufrutto, uso, abitazione o superficie. Per l’individuazione di tale fattispecie si fa riferimento alla durata del rapporto.
– Nel caso in cui l’immobile soggetto al tributo sia oggetto di locazione finanziaria, la TASI è dovuta solo dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto. Per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna.
– Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento della TASI dovuta per i locali e le aree scoperte di uso comune e per i locali e le aree in uso esclusivo ai singoli possessori o detentori, fermi restando nei confronto di quest’ultimi gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.
– Si riportano i codici tributo da utilizzare nel modello di versamento F24:

 

– Il versamento a saldo della TASI relativa all’anno d’imposta 2018, previsto per il 17 dicembre 2018, deve essere effettuato a saldo dell’importo dovuto per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base degli atti pubblicati nell’apposita sezione del sito web “Portale del Federalismo Fiscale” alla data del 28 ottobre 2018. In caso di mancata pubblicazione entro detto termine, si applicano gli atti adottati per l’anno precedente.
Per la determinazione della base imponibile dei fabbricati iscritti in catasto, occorre rivalutare la rendita catastale del 5% ed applicare i moltiplicatori previsti dall’art. 13, comma 4, del D.L. n. 201/2011 e s.m.i.

MODALITA’ DI VERSAMENTO:

Il pagamento del tributo deve essere effettuato IN AUTOLIQUIDAZIONE mediante il modello F24 o F24 semplificato, utilizzando i codici tributo previsti con risoluzione ministeriale n. 46E/2014 (Sezione E L – codice ente B369). Non è dovuto il versamento se l’imposta dovuta per l’intero anno è inferiore a 5,00 euro.
Chi non è in possesso delle rendite dei propri immobili può effettuare la visura catastale on-line oppure recarsi presso l’Agenzia del Territorio di Savona, Via Alessandria7B, dal lunedì al venerdì: ore 08.45 – 12.45.
I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione TASI entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta.
[divider top=”0″ style=”solid”]

Per maggiori informazioni:

[divider top=”0″ style=”solid”]
Pagina aggiornata il 27/04/2018