La Giunta Comunale ha approvato il Programma Triennale Anticorruzione 2014-2016, il cui obiettivo è quello di prevenire il rischio corruzione nell’attività amministrativa dell’Ente, con azioni di prevenzione e di contrasto della illegalità.
Più semplicemente, combattere la “cattiva amministrazione”, ovvero l’attività che non rispetta i parametri del “buon andamento” e “dell’imparzialità”, verificare la legittimità degli atti e così contrastare l’illegalità.
Il documento è strettamente legato al Piano per la Trasparenza, approvato un anno fa, con il quale condivide un ambizioso progetto di diffusione regolare e tempestiva delle informazioni, di massima semplificazione e pulizia delle procedure, di costante applicazione dei controlli e delle misure atte a prevenire le difformità nella gestione degli iter.
Il Programma Anticorruzione individua dapprima le attività maggiormente a rischio all’interno dell’ente, tra le quali il rilascio di concessioni, la scelta dei fornitori, l’erogazione di sovvenzioni e contributi, lo svolgimento dei concorsi per l’assunzione di nuovo personale. Indica poi i meccanismi di formazione, attuazione e controllo delle decisioni più idonei al fine di prevenire episodi di corruzione: ad esempio i criteri da seguire nell’istruttoria degli atti, nella formazione dei provvedimenti, nella possibilità di consentire a chiunque l’accesso agli atti e il diritto di partecipazione. O, ancora, i criteri per la stipula dei contratti, per l’effettuazione degli acquisti, per la tracciabilità di tutti i vari passaggi dei singoli procedimenti.
Ampio spazio all’interno del documento è riservato proprio al monitoraggio delle varie attività del Comune, in fatto di rispetto dei termini, verifica dei rapporti tra Amministrazione e soggetti che stipulano contratti o interessati a procedimenti di autorizzazione o concessione, o ad erogazione di vantaggi economici. Inoltre vengono tracciate importanti linee di confine riguardanti l’operato dei dipendenti incaricati dei vari procedimenti, prevedendo obblighi stringenti di imparzialità e di massima trasparenza, nonchè obblighi di formazione, di rotazione degli incarichi e di costante informazione nei confronti dell’Amministrazione, fino al divieto di cumulare impieghi al di fuori di quelli legati all’ufficio di appartenenza.

[fancy_link color=”#000090″ link=”https://www.comunecairomontenotte.gov.it/wp-content/uploads/2014/01/Piano-Anticorruzione-Comune-Cairo-Montenotte.pdf”]Leggi qui il PIANO ANTICORRUZIONE del Comune di Cairo Montenotte[/fancy_link]