L’anagrafe comunale entra nell’archivio nazionale della popolazione residente, notevoli vantaggi per i cittadini

Da lunedì  3 dicembre 2018 l’Anagrafe del Comune di Cairo Montenotte è confluito nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), ovvero all’interno di una unica banca dati dove migreranno progressivamente le anagrafi di tutti i comuni italiani, presumibilmente entro l’anno 2019.

Che cosa significa, concretamente, entrare a far parte dell’Anagrafe nazionale? Che vantaggi ne deriveranno?

Una sola anagrafe che sostituisce le 8.000 attualmente esistenti consentirà di eliminare gli adempimenti a carico dei cittadini in caso di variazione dei dati anagrafici e di stato civile. Le operazioni di aggiornamento degli archivi comunali avverranno automaticamente e saranno rese disponibili a tutte le amministrazioni.
Ad esempio, in caso di variazione di residenza o di variazione dello stato civile (matrimonio, decesso, ecc.) i nuovi dati del cittadino saranno immediatamente disponibili per INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, Ministeri, Motorizzazione, Aziende Sanitarie, gestori di pubblici servizi, quindi non resterà nessun’altra incombenza di comunicazione a suo carico, trovandosi automaticamente aggiornato ovunque.
I certificati di residenza e di stato di famiglia potranno essere rilasciati da qualsiasi Comune inserito in ANPR, a prescindere da quello di effettiva residenza.
Il cittadino potrà inoltre accedere via internet all’Anagrafe nazionale, accreditandosi con il proprio SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), funzionante da subito, oppure con la Carta di Identità Elettronica, a partire dal prossimo anno, in modo da visualizzare i suoi dati anagrafici e, all’occorrenza, ottenere in autonomia i propri certificati.

Naturalmente i vantaggi saranno molti altri e si concretizzeranno a sistema avviato, soprattutto nelle relazioni tra gli enti e nella straordinaria diminuzione della carta circolante, dei documenti oggi scambiati tra amministrazioni, nella riduzione dei tempi necessari al completamento delle pratiche.

Un cambiamento di enorme portata, quindi, stabilito dall’Agenda Digitale del Governo e disciplinato da varie disposizioni normative, a partire dal Codice dell’Amministrazione Digitale, fino al DPCM del 23 agosto 2013, n.109 e al DPCM 10 novembre 2014, n. 194, che permette di realizzare anche, tramite l’allineamento dei dati toponomastici, l’Anagrafe nazionale dei numeri civici e delle strade urbane (ANNCSU), strumento necessario a completare la riforma del Catasto.

Il fatto di essere tra i primi comuni italiani a migrare nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, permetterà al Comune di Cairo Montenotte di ottenere un premio di risultato in denaro da parte dello Stato pari a 3.400 euro, oltre al riconoscimento pubblico di essere tra i principali attori del processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, già attestato in occasione dell’avvio del rilascio delle Carte di Identità Elettroniche e del varo del nuovo sito internet istituzionale a norma delle linee guida ministeriali.

 

2018-12-08T10:00:45+00:0028 novembre 2018|IN PRIMO PIANO|

Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di fruizione.
Cliccando su qualsiasi link in questa pagina fornisci il tuo consenso all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni